I ragazzi dell’istituto Alberghiero dell’IIS Cariati ospiti d’eccezione all’evento realizzato nel centro storico di Cariati, dedicato alla saga di Harry Potter

I ragazzi dell'istituto Alberghiero dell'IIS Cariati ospiti d'eccezione all'evento realizzato nel centro storico di Cariati, dedicato alla saga di Harry Potter

Centro storico di Cariati come Hogwarts! Il 12 novembre, alle ore 14:00, il centro storico di Cariati ha dato il via ad una memorabile trasformazione interamente ; per un pomeriggio le viuzze di Porta Pia si sono vestite della più celebre scuola di magia. Un momento che ha avuto un fittissimo programma di iniziative arricchito da giochi costruiti in modo artigianale da un’associazione di Rossano che hanno intrattenuto grande e piccini. Ospiti d’eccezione all’evento organizzato da Elena Ferraro (alias zia Nenné) sono stati i ragazzi dell’istituto Alberghiero dell’IIS “LS-IPSC-IPSIA-ITI” di Cariati. Da tempo l’alberghiero in particolare, e in generale l’intero Istituto d’Istruzione Superiore di Cariati, hanno avviato una didattica inclusiva, con l’attivazione di un ambiente accogliente e di supporto per tutti, ma soprattutto per i ragazzi che presentano delle difficoltà nell’apprendimento. Un progetto inclusivo che intende facilitare il percorso socio-esistenziale di ciascuno, al fine di far acquisire la consapevolezza che ciascuno può contribuire a migliorare la società avendo a disposizione le condizioni educative, ambientali, culturali, innovative e sociali più adatte.
È esattamente questo ambiente che sta guidando i ragazzi dell’IPSSEOA offrendo loro la possibilità di una didattica lontana dalle loro aule, dando dimostrazione di tutto ciò che quotidianamente apprendono attraverso la pratica laboratoriale.
Supportati dagli assistenti, dai docenti, dai referenti di plesso e dai collaboratori, gli allievi hanno dato sfoggio alle loro competenze, alla loro determinazione, alle loro attitudini e alla loro professionalità. Questa è la dimostrazione che, se stimolati, gli studenti e le studentesse, fanno uscire fuori il meglio di sé e sprigionano le energie necessarie per l’acquisizione di nuove competenze, spendibili nel mondo del lavoro.
I palati di tutti i partecipanti all’evento sono stati deliziati da una prelibatezza: un piatto succulento di casarecce fresche con sugo, carne, funghi e salsiccia. La pasta fresca è stata realizzata dagli studenti, guidati dai docenti delle materie d’indirizzo, nel laboratorio della scuola, grazie a tutte le attrezzature nuove presenti, acquistate con il PON codice 13.1.4A-FESRPON-CL-2023-20 dal titolo “Laboratorio didattico eco-sostenibile, green, innovativo” “green”, sostenibili e digitali.
La scuola oggi è consapevole della grande svolta che l’ha portata a progettare laboratori green anche nel settore Enogastronomia ed ospitalità alberghiera sul modello della Scuola 4.0 con il design degli spazi e degli arredi, delle tecnologie migliori per abilitare gli ambienti all’apprendimento, le relazioni tra spazio interno ed esterno e tra ambienti digitali e fisici.
Tutto ciò è stato possibile grazie alla certosina attenzione che la nostra Dirigente Aiello rivolge quotidianamente al nostro Istituto, incoraggiando e spronando i ragazzi ad una crescita personale sociale e culturale e valorizzando le competenze professionali di noi docenti, attraverso anche la formazione continua finalizzata al raggiungimento degli standard europei richiesti.
Prof. Ssa Sinopoli Carmela